accountaccountbagbagzalando logomenu

Diritto di restituzione entro 100 giorni

Spedizione e reso gratuiti

Aiuto e contatti

Pagina Iniziale

GAME, SET, #MYMATCH

Segreti di stile di una campionessa

L'outfit perfetto secondo sara

Lasciati ispirare

Intervista a sara errani


1) Da giovanissima hai praticato anche altri sport: calcio, nuoto ed atletica su tutti. Cosa ti ha portato a prediligere il tennis e come ti sei avvicinata a questo sport?


Mi sono avvicinata al tennis perché mio fratello da piccolo giocava e quindi ho iniziato anche io ad andare con lui. Ho praticato un po’ tutti gli sport e, insieme al basket, il tennis è sempre stato quello che mi appassionava di più, ma non potendo continuare entrambi ho scelto quest’ultimo. Credo sia molto importante, per un bambino, poter provare varie cose e poi scegliere ciò per cui ha più passione.


2) Quali consigli daresti a tutti quei giovanissimi che vogliono intraprendere la tua stessa strada?


Prima di tutto è fondamentale divertirsi e amare il tennis, ma allo stesso tempo essere consapevoli che si tratta di uno sport che richiede molti sacrifici, in cui si è spesso soli e bisogna trovare la forza di superare le varie difficoltà giorno dopo giorno. Nonostante questo quando si ha una grande passione anche le difficoltà maggiori risultano più facili da vincere!


3) In tutte le carriere sportive ci sono dei momenti “no”. Come sei solita gestirli per ritrovare la giusta motivazione e andare avanti?


Le difficoltà ci sono sempre ma sono proprio quelle che rendono i momenti belli ancora più belli. Avere persone vicino che ti vogliono bene e che ti sostengono è molto importante, così come avere un buon team è fondamentale; ma la motivazione la si trova dentro se stessi. Credo si debba acquisire la capacità di vedere ogni situazione in una visione più ampia ricavandone un margine di tempo, per concederci il diritto di sbagliare o anche di perdere, perché tutto ciò contribuirà a raggiungere i nostri obiettivi.


4) Quali sono le passioni che coltivi quando non sei in campo?


È difficile avere grandi passioni perché il tennis occupa la mia testa e la mia vita sempre, ma sicuramente la musica, i disegni e qualche gioco per il cellulare accompagnano sempre le mie giornate!


5) Qual è la tua giornata tipo?


Quando non sono ai tornei passo la giornata ad allenarmi mattina e pomeriggio a Valencia: due ore di tennis e due di atletica la mattina per poi rigiocare nel pomeriggio un’ora e mezza e tornare a casa stravolta a riposarmi per il giorno dopo. Quando invece sono ai tornei tutta la giornata gira attorno alla partita.


6) Un capo d’abbigliamento di cui non riesci proprio a fare a meno durante allenamenti e match?

A parte le felpe col cappuccio che sono sempre presenti nel mio guardaroba, non posso assolutamente fare a meno del mio cerchietto per poter giocare in allenamento e in partita tranquilla. Lo uso da sempre!


7) Cosa provi all'idea di gareggiare nella cornice romana degli Internazionali BNL d'Italia?


Quello di Roma è davvero un torneo speciale, c’è un’atmosfera unica che tutti i tornei invidiano! I campi in terra, gli spalti sempre pieni, la passione degli italiani per il tennis, rendono tutto fantastico. Non vedo l'ora di giocare il torneo!