accountaccountbagbagzalando logomenu

Pagamento sicuro con Paypal

Spedizione e reso gratuiti

Aiuto e contatti

Animalier

Animalier: l’esotismo urbano di una stampa

Eri una bambina quando hai sentito pronunciare per la prima volta la parola animalier? Da allora l’hai sempre associata al vistoso mantello di un noto manga giapponese? Sei una fan sfegatata (della stampa si intende)? Se oggi gli imput dalle passerelle sembrano troppi e rischiano di confonderti, non preoccuparti! Ti aiuteremo a scegliere i capi più adatti alle tue esigenze urban-jungle. Scopri di più

Look Animalier

Brand
m
Colore
Prezzo
1717 articoli
1717 articoli

In principio era lo zoote e poi divenne un must

Per capire meglio cosa si nasconde dietro a quello che va considerato più un mode de vie che una mera stampa è però bene partire dalle origini. Nell’antica Grecia, tutto l’animalier è conosciuto come zoote: leopardato, zebrato, tigrato, pitonato. È nuovamente presente nell’iconografia rinascimentale, legato principalmente all’esoterico, quando, verosimilmente, si inizia a studiare il paganesimo antico e la civiltà egizia (nella quale il leopardo rappresenta un vincolo con l’aldilà). Negli anni ‘40 del XX secolo, pin-up vestite con succinti beach-wear animalier incarnano l’ideale della donna prosperosa. Immagine speculare di icone bombshell, viene sdoganata da Christian Dior nel 1947. Il vero exploit avviene infine negli anni ‘70. La stampa è rivisitata in chiave glam-rock: jumpsuit maculate, maglieria e lingerie zebrata, corsetti e bustini pitonati.


Glamour e lusso decostruito, i trend dalle passerelle

Must have di stagione, la stampa è declinata in dress e mini-dress ma anche in cappotti, pellicce e giacche per i mesi più freddi. Glamour, a tratti barocco o minimal-chic quella vista sulle passarelle milanesi: scarpe e accessori sono i protagonisti. A Los Angeles l’spirazione arriva dagli anni ’70 e l’animalier diventa plus per look da star. Lusso e ricerca a Parigi dove tessuti preziosi si trasformano in maxi-coat, mantelle e lunghi abiti da sera maculati. Londra ne celebra l’inusuale animo sportivo con collezioni frivole e leggere in cui le tonalità prescindono da quelle a cui la tradizione ci ha abituati. Le stampe sono colourful e i materiali tecnici sono preferiti. Cappotti e giacche sartoriali diventato tute, parka e addirittura bomber over. Zalando li seleziona e li ripropone proprio per te.


Girl-power, il potere di un abbinamento

Sei una donna in carriera? Una yuppie ambiziosa? Scegli un completo nero, in cotone. Prediligi linee morbide, perfette per chi è magro e per chi lo è meno. Il top è in seta, animalier certo, ma ton sur ton. Lo stesso anche per i decolletée e la borsa, stavolta in nuance più decise. Per una giornata al parco con amiche o fidanzato, opta per delle sneakers (in altenativa, slip on) leopardate. Abbinale a un jeans skinny – comodo se elasticizzato – e a una t-shirt over, bianca o con stampa funny. Proprio stasera andrai a una gala, è la prima volta. È bene che tu lasci il segno, ovvio, quindi opta per un abito lungo, micro-maculato. Ai piedi, vertiginosi sandali gioiello o scarpe spuntate. Gli accessori fanno la vera differenza: i gioielli meglio se importanti! Che tu sia predatrice metropolitana o giovane introversa desiderosa d’attenzioni, l’animalier è quello che tu cerchi. Ma stai attenta! Pare possa avere poteri sorprendenti e mutare in un’istante la personalità di chi lo indossa.


Luca Imbimbo: fashion expert